Georadar C-Thrue
  • Georadar C-Thrue

Georadar C-Thrue Indagine del cemento armato

  • Per imprese di costruzione e ingegneri
  • Antenna a doppia polarizzazione
  • Piccole dimensioni e leggero
100% pagamenti sicuri

Richiedi informazioni su questo prodotto

C- Thrue è uno georadar palmare che consente un’accurata indagine immediata delle strutture in calcestruzzo armato

Ideale per le imprese di costruzione e di servizi e per gli ingegneri strutturali in quanto attraverso C-Thrue possono ottimizzare il modo di localizzare:

  • armature
  • vuoti
  • cavi post tensione
  • cavità
  • condotti
  • qualsiasi altro oggetto sepolto nella struttura prima di tagliare o perforare il C.A.

Il georadar consente di rilevare con precisione i primi ferri, ma anche quelli più profondi grazie a un’antenna a doppia polarizzazione. Inoltre il posizionamento e il sistema di navigazione automatico (Virtual Pad) aumentano la produttività e riducono i tempi d’indagine. 

L’ampiezza e il posizionamento del display permettono di visualizzare i dati senza che essi siano coperti dall’impugnatura o dalla mano dell’operatore. Il sistema automatico di posizione e navigazione di questo georadar elimina tutti i rischi di errore connessi alle tradizionali grigie cartacee. 

La visualizzazione in modelli 3D e l’individuazione automatica dei tondini e dei vuoti permettono di lavorare in sicurezza e assumere decisioni necessari senza rischi, soprattutto quando è necessario effettuare tagli o fori nel calcestruzzo.

C- Thrue è facile e comodo da trasportare in quanto di piccole dimensioni e leggero, inoltre è dotato di una tecnologia avanzata come l’utilizzo della realtà aumentata per visualizzazione e condivisione dei dati in 3D in tempo reale o a intervalli successivi all’acquisizione.

Perchè utilizzare un georadar?

Il georadar, noto anche come GPR, è una metodologia non invasiva utilizzata in geofisica, nello studio del primo sottosuolo, che si basa sull'analisi di onde elettromagnetiche trasmesse nel terreno. Questa metodologia fornisce, da una profondità di alcuni metri fino al limite di alcune decine di metri, una "sezione" del terreno indagato dalla superficie.

Dove utilizzare un georadar?

L’impiego più frequente è per indagare strutture nascoste o sepolte, come ad esempio cavità e sottoservizi (condotti, cavi, sistemi di reti in genere) o strutture archeologiche, ricercare danni strutturali, posizioni di armature e eventuali anomalie del manufatto in calcestruzzo o muratura e pietra, come porte murate e interventi di restauro, dedurre gli spessori di rivestimento gallerie...

Ecco gli altri georadar della nostra linea.

1 altro prodotto nella stessa categoria